Presentazione del secondo numero della rivista “Quaderni di Teatro Carcere” (ed. Titivillus) , Laboratorio delle Arti, Bologna, 19 febbraio 2015

CROCEVIE DI TEATRO CARCERE

Quaderni di Teatro Carcere

a cura di Cristina Valenti

In collaborazione con
Coordinamento Teatro Carcere Emilia Romagna

TAVOLA ROTONDA

dove: Laboratori delle Arti/Auditorium
quando: giovedì 19 febbraio, ore 9.30-13.30

Presentazione del secondo numero della rivista “Quaderni di Teatro Carcere” (ed. Titivillus) e proiezione del video di Stefano Orro sul progetto Gerusalemme Liberatanelle carceri della Regione Emilia Romagna

Saluti di Marco De Marinis | con gli interventi di Desi Bruno, Garante dei diritti dei detenuti Regione Emilia Romagna; Pietro Buffa, Provveditore Regionale Amministrazione Penitenziaria; Sandro Capatti, fotografo; Claudia Clementi, Direttrice Casa Circondariale di Bologna; Massimo Marino, critico e studioso di teatro; Antonio Taormina, Osservatorio dello Spettacolo – Regione Emilia Romagna; e dei registi Paolo Billi, Teatro del Pratello; Oracio Czertok, Teatro Nucleo; Roberto Mazzini, Cooperativa Giolli; Sabina Spazzoli, Associazione Con…tatto; Stefano Tè, Teatro dei Venti; Corrado Vecchi, Le Mani Parlanti | introduce e coordina Cristina Valenti

Sono invitati a partecipare gli Assessori alla Cultura e alle Politiche di Welfare della Regione Emilia Romagna, i Direttori e i Comandanti delle Case Circondariali della Regione Emilia Romagna | INGRESSO LIBERO

Raggiunta ampiamente l’età adulta, e occupando uno spazio pregnante nella civiltà teatrale contemporanea, il Teatro Carcere continua a vivere una situazione di resistente fragilità, frutto della tenacia e della testardaggine degli artisti che vi operano. Eppure il Report dall’Emilia Romagna pubblicato nel secondo numero della rivista “Quaderni di Teatro Carcere” dimostra che il Teatro Carcere occupa un ruolo fondamentale nell’ambito del welfare culturale e sociale, mentre le diverse testimonianze raccolte confermano che è possibile raggiungere risultati di lavoro solidi e continuativi. La rivista contiene inoltre il dossier fotografico Teatro 360° e due testi teatrali prodotti dagli attori detenuti, che danno concretezza di immagini e parole a risultati artistici normalmente preclusi allo sguardo.
Il video di Stefano Orro, presentato in forma di trailer di 7 minuti, raccoglie le immagini delle prove aperte che per tutto il 2014 si sono svolte nelle carceri di Bologna, Castelfranco Emilia, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Reggio Emilia durante il lavoro sullaGerusalemme Liberata. Il progetto, biennale, si concluderà nel 2015 con la produzione di un video che documenterà anche gli esiti finali degli spettacoli che, nel maggio 2015, comporranno una Gerusalemme Liberata a “tappe” in sette carceri della regione.

Annunci